fbpx

In tendenza

Ai domiciliari, litiga col padre ed evade per recarsi nel carcere di Caltagirone

Il giudice in sede di convalida ha però stabilito che l'uomo dovesse tornare ai domiciliari

I Carabinieri della Stazione di Ramacca hanno arrestato il 30enne Giuseppe Gaetano Camelia, del posto, responsabile del reato di evasione.

A volte la lontananza aiuta a stare meglio, questo deve aver pensato Camelia che, gravato dagli arresti domiciliari nella sua abitazione in compagnia del suo nucleo familiare, ha pensato bene di “evadere” da quella monotonia afflittiva.

È accaduto infatti che l’uomo per futili dissidi sorti con il padre convivente, per evitare di mancare di rispetto al genitore ha preferito abbandonare quell’abitazione alla volta del carcere di Caltagirone.

A dire il vero gli esterrefatti agenti della polizia penitenziaria pensavano ad uno scherzo di cattivo gusto ma, fatti i dovuti accertamenti, ne hanno constatato la realtà avvisando così i militari ramacchesi che, giunti immediatamente, lo hanno riportato a casa nonostante le sue lamentele.

In seguito, in sede di udienza di convalida, il giudice ha convalidato l’arresto per evasione del Camelia disponendo la sua traduzione, in quella stessa casa, per la continuità dei domiciliari.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo