fbpx

In tendenza

Al via il 22esimo Rally dei Nebrodi. A Castell’Umberto lo start

La gara è organizzata da CST Sport, valida per il CRZ, per il TRZ e per il Campionato Siciliano

Mancano poche ore al via del 22° Rally dei Nebrodi secondo appuntamento della Coppa di Rally 8^ Zona, del Trofeo Rally di Zona per Auto Storiche e del Campionato Siciliano, l’ambita serie promossa dalla Delegazione ACI Sport Sicilia, per auto moderne e storiche.

In mattinata si sono svolte le operazioni di accredito per i 97 equipaggi verificati e per tutti gli addetti ai lavori che renderanno possibile la manifestazione organizzata dalla CST Sport capitanata con professionalità da Luca Costantino. Indicazioni chiare arrivano dallo shakedown che è servito agli equipaggi per testare le vetture da gara su un tratto della SP.36 Raccuja prima della partenza effettiva della competizione che sarà data alle 17 dalla Piazza Comunale di CastellUmberto. Agli ottimi crono fatti segnare da Marco Pollara e Daniele Mangiarotti su Skoda Fabia Evo, leader de Crz e vincitori della scorsa edizione, hanno risposto i nisseni Roberto Lombardo e Alessio Dario  Spiteri e il romano Fabio Angelucci, navigato dal messinese Massimo Cambria, nonché i pattesi Nunzio e Roberto Longo, subito molto competitivi con vetture gemelle. Sarà quindi una sfida appassionante quella che nel pomeriggio di oggi e per tutto domani andrà in scena nella meravigliosa cornice dei nebrodi, dopo lo start infatti i protagonisti affronteranno la prima speciale da ripetere due volte alle 17.24 e alle 20.00 sulla distanza di Km 5,40 prima di entrare per la pausa notturna nel  Nebrodi Village in piazza Annunziatella di Brolo sede del Parco assistenza e della Direzione gara.

Domani dopo la ripartenza che è fissata alle 8.25, le prove speciali da percorrere saranno due da ripetersi tre volte: la Sant’Angelo Brolo di Km 10,55 con passaggi alle 9.34, alle 13,15 e alle 16.56 e la Castell’Umberto di km 7.60 in programma alle 10.30, 14.19 e 18.00. Tre i parchi assistenza della durata di 45 minuti, subito dopo il secondo start, poi alle 12.06 e alle 15.47.Arrivo previsto a SantAngelo di Brolo alle 18.45.

Dopo lo shakedown Pollara ha dichiarato: “Sappiamo di avere gli occhi puntati addosso, questo è motivo di vanto. Daniele (Mangiarotti) ed io daremo il massimo per mantenere le aspettative di coloro che ci vedono protagonisti di primo piano, ma lesperienza insegna che ogni corsa fa storia a sé e deve essere affrontata con la giusta determinazione per poter emergere. Abbiamo grande rispetto per i nostri avversari e dai crono dello Shakedown è evidente che sono molto vicini“.

Lombardo, per la prima volta sulla Skoda ha commentato: Per me è una grande emozione passare dalla Super 2000 che tante gratificazioni mi ha dato a questa vettura della classe regina. Le sensazioni sono incredibili e sono addirittura stupito dei tempi che ho fatto segnare nello shakedown essendo il primo approccio cronometrato sulla macchina da gara, pensiamo di essere sulla buona strada.

Ottima la progressione di Angelucci che si è migliorato di passaggio in passaggio, sicuramente potrà dire la sua sui tratti cronometrati che contano.

Promettono sfide appassionanti anche  i giovani della classe Rally 4 fra  cui Ernesto Riolo, Giuseppe Cannino e Antonio Damiani, tutti molto incisivi sullo shakedown con le Peugeot 208.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo