fbpx

In tendenza

Calcio, decolla il “Palermo City” di Mansour, Soriano in città

Una holding calcistica che dispone della proprietà totale o parziale di undici squadre nelle principali città del mondo, dal Manchester City al New York City, fino al Melbourne in Australia e al Mumbai City in India

Per il Palermo si apre un nuovo capitolo della sua lunga storia. Oggi la conferenza stampa che segna ufficialmente la svolta del club fresco di promozione in B, passato adesso al City Football Group dello sceicco Mansour Bin Zayed Al Nahyan. Una holding calcistica che dispone della proprietà totale o parziale di undici squadre nelle principali città del mondo, dal Manchester City al New York City, fino al Melbourne in Australia e al Mumbai City in India.

L’1 luglio la firma a Milano nella sede della banca d’affari Lazard. Oggi alle 11 la conferenza stampa al “Renzo Barbera”, riguardo al nuovo assetto societario del club. L’accordo prevedere l’acquisizione dell’80% del Palermo Fc per oltre 13 milioni di euro. Resta presidente Dario Mirri che tiene per sè circa il 20%.

“La nostra ambizione – si legge nel sito del City – è aumentare la partecipazione al calcio dentro e fuori dal campo, trovare e sviluppare i migliori talenti calcistici e offrire un gioco emozionante”.

All’incontro di oggi anche Ferran Soriano (Ceo del Manchester City), già in città, e Diego Gigliani (Managing Director dei club emergenti del City Footbal Group). Figura di spessore del nuovo Palermo sarà anche il manager Giovanni Gardini, neo amministratore delegato al posto di Rinaldo Sagramola. Restano in sella il direttore sportivo Renzo Castagnini e il tecnico Silvio Baldini, artefice della promozione.

“L’auspicio, da sindaco e da tifoso del Palermo – ha detto Roberto Lagalla – è che la nuova proprietà possa migliorare i risultati sportivi fin qui ottenuti rendendo maggiormente orgogliosi della propria squadra la tifoseria. Da parte mia, il sentito ringraziamento al presidente Dario Mirri, il quale, con la chiusura di questa trattativa, ha dimostrato il suo attaccamento da vero tifoso per garantire un futuro importante e ambizioso al club, dopo un ciclo di tre anni che ha portato prima alla rinascita e poi a due promozioni. L’amministrazione comunale sarà sempre disponibile a instaurare un dialogo sempre aperto con la nuova società”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo