fbpx

In tendenza

Carburante truccato, maxi sequestro in Sicilia e tre indagati

I finanzieri del Comando provinciale di Catania hanno fatto scattare i sigilli anche per due autocisterna. Il carburante sarebbe stato miscelato con oli di bassa qualità

Sequestrati oltre 59 mila litri di carburante e un impianto di distribuzione clandestino a Catania e Palma Di Montechiaro (Agrigento). Tre i denunciati.

I finanzieri del Comando provinciale di Catania hanno fatto scattare i sigilli anche per due autocisterna. Il carburante sarebbe stato miscelato con oli di bassa qualità.

Gli interventi hanno anche permesso di individuare a Catania una vasta area destinata a depositi clandestini di carburante, nel cui complesso sono stati sequestrati anche due cisterne e altrettanti serbatoi metallici, con gruppo erogatore e apparato conta litri; in taluni casi, il carburante sottoposto a controllo e successivo sequestro, è stato ottenuto miscelando oli di bassa qualità e che pertanto, una volta messo in commercio nei distributori stradali e destinato al rifornimento, avrebbe potuto arrecare gravi danni alle autovetture.

In un impianto di distribuzione stradale di carburanti a Palma di Montechiaro sono stati sequestrati prodotti illecitamente miscelati, scongiurandone la vendita al dettaglio.

I sequestri sono stati convalidati. Svolti, infine, otto controlli nei confronti dei distributori stradali volti ad accertare il rispetto della normativa sulla disciplina dei prezzi, constatando che in sei casi non erano state effettuate le previste comunicazioni.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo