fbpx

In tendenza

Chiesta la condanna a tre anni per Cateno De Luca, sindaco di Messina

I fatti si riferiscono a quando ancora non era primo cittadino e, secondo il capo di imputazione, era amministratore di fatto dell'ente

La condanna a tre anni per Cateno De Luca, sindaco di Messina è stata chiesta dal pubblico ministero Giuseppe Massara nel processo per la presunta evasione fiscale del Caf Fenapi al centro di un’indagine della Guardia di finanza del 2017.

I fatti si riferiscono a quando ancora non era primo cittadino e, secondo il capo di imputazione, era amministratore di fatto dell’ente. Il rappresentante dell’accusa ha chiesto la condanna a 3 anni anche per Carmelo Satta all’epoca suo collaboratore, e a due anni per Giuseppe Ciatto, commercialista.

Proposta l’assoluzione per tutti gli altri imputati. Il pm ha chiesto anche la prescrizione di alcun reati.

Nel suo intervento il pubblico ministero ha evidenziato che gli aspetti tecnici della vicenda “in questo processo sono importanti”, sottolineando come il “dominus di fatto” era De Luca. Il processo prosegue con gli interventi di parte civile e degli avvocati della difesa. La sentenza potrebbe arrivare nel pomeriggio.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo