fbpx

Sono 901 i nuovi positivi al Covid 19 in Sicilia: oltre i due terzi tra Palermo, Ragusa e Catania

In tendenza

Covid, riapertura dei ristoranti: Sicilia sul podio per le prenotazioni

I ristoranti hanno potuto accogliere i clienti anche negli spazi interni. I dati continuano a migliorare e a far sperare in una rapida ripresa del settore

A più di un mese dalla riapertura, finalmente, i ristoranti hanno potuto accogliere i clienti anche negli spazi interni. I dati continuano a migliorare e a far sperare in una rapida ripresa del settore: dall’1 al 6 giugno TheFork ha registrato un aumento delle prenotazioni del 108% rispetto alla prima settimana di riaperture. Le regioni a crescere maggiormente in termini di prenotazioni del ristorante online sono state la Sicilia (+18%), con Palermo che registra un +11%, il Veneto (+12%) e la Liguria (+10%). Positivo anche l’andamento della Puglia, mentre procedono a passo leggermente meno spedito anche Lombardia, Emilia Romagna, Lazio e Toscana.  Si torna gradualmente alla “normalità” Se nel lockdown e nella prima fase delle riaperture i consumatori si erano adattati alle restrizioni, con l’allentamento delle misure di contenimento riprendono alcune abitudini pre-covid.

Sebbene i coperti medi continuino ad attestarsi a 2 persone aumentano in percentuale le prenotazioni di gruppo da 5 in su, ancora limitate per via delle restrizioni. Lo scontrino cala leggermente: la maggioranza dei ristoranti prenotati la settimana scorsa ha un prezzo medio a persona inferiore a 30 euro. Inoltre, aumentano le prenotazioni di ristoranti della piattaforma che offrono sconto del 20%. Si torna anche a prenotare con meno anticipo: 7 ore prima contro le 20 dell’ultima settimana di maggio. Resta alto, di contro, l’interesse per esperienze fuori casa uniche e di qualità: il rating medio dei ristoranti prenotati dal primo giugno si attesta tra l’8.5 e il 9.3 e aumentano le prenotazioni per i ristoranti Insider, ovvero quelli premiati da guide e utenti, che hanno rappresentato il 26% del totale contro il 24% della settimana precedente.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo