Covid, dopo 2 giorni in cui i nuovi positivi sono stati più dei guariti in Sicilia, torna il saldo negativo

In tendenza

Federscherma Sicilia: dopo tre mandati lascia il presidente Sebastiano Manzoni

Manzoni che è in corsa per una poltrona nel Consiglio Federale della Federscherma, ha analizzato i suoi 12 anni alla guida di Fis Sicilia

Sebastiano Manzoni, dopo tre mandati alla presidenza del Comitato siciliano della Federschema, lascia e augura buon lavoro al suo successore che verrà eletto oggi. Manzoni che è in corsa per una poltrona nel Consiglio Federale della Federscherma, ha analizzato i suoi 12 anni alla guida di Fis Sicilia, periodo in cui l’acese ha fatto espandere il movimento schermistico e ha organizzato parecchi grandi eventi.

“Ringrazio tutti i componenti del Consiglio che si sono succeduti durante i miei tre mandati – ha detto Manzoni – in particolar modo chi mi è stato più vicino come Giorgio Giannone e Arturo Torregrossa. In questi anni la scherma siciliana ha avuto una crescita di immagine non indifferente, dovuta certamente all’ottimo lavoro della scuola magistrale siciliana, la buona organizzazione delle società, i sacrifici affrontati dalle famiglie, ma soprattutto grazie alla grande voglia dei nostri atleti di raggiungere gli obiettivi prefissati. A confermare quanto di buono fatto, un dato. Ai Giochi Olimpici di Rio 2016 la delegazione azzurra era composta per il 50% da atleti siciliani. Tutto questo ci fa certamente affermare che la scherma siciliana gode di ottima salute. Credo però che alla crescita di tutto il movimento schermistico siciliano abbia influito molto anche tutto ciò che in Sicilia siamo riusciti ad organizzare in questi 12 anni. Dai Mondiali Giovani e Cadetti di Acireale 2008, ai Campionati del Mondo assoluti di Catania 2011″.

Poi i ringraziamenti speciali e l’augurio. “Tengo a ringraziare la persona che ha creduto in noi, nella nostra capacità organizzativa e che ha fatto si che tutto questo fosse possibile, il presidente Giorgio Scarso. Buon lavoro al prossimo presidente regionale, se sarò eletto consigliere nazionale continuerò a lavorare per il bene della scherma italiana e siciliana”.

Ed è Arturo Torregrossa è il nuovo presidente del Comitato siciliano di Federscherma. Si è tenuta oggi l’assemblea elettiva e Torregrossa ha ricevuto 28 voti su 29. Si apre un nuovo corso per la scherma siciliana, che si affida ad un uomo che fa parte del Comitato siciliano da 16 anni. Eletto anche il nuovo Consiglio regionale, composto da Salvatore Castagnino, Rosalia Furnari, Rosa Inzirillo, Davide Schaier, Letterio Cutugno e Leandro Giurdanella.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo