fbpx

In tendenza

Francesco Lomanto è il nuovo Arcivescovo di Siracusa. In Santuario l’ordinazione episcopale

Una cerimonia "vittima" del covid e delle restrizioni imposte dalla necessità di contenere i contagi e che quindi ha costretto a limitare gli ingressi al Santuario

Al Santuario della Madonna delle Lacrime la cerimonia per l’ordinazione episcopale di monsignor Francesco Lomanto, conferita da monsignor Mario Russotto, vescovo di Caltanissetta. Consacranti monsignor Salvatore Pappalardo, amministratore apostolico di Siracusa, e monsignor Salvatore Gristina, Arcivescovo Metropolita di Catania.

Una cerimonia “vittima” del covid e delle restrizioni imposte dalla necessità di contenere i contagi e che quindi ha costretto a limitare gli ingressi al Santuario. “La recrudescenza della pandemia in atto da mesi – ha scritto monsignor Sebastiano Amenta, delegato ad omnia -, con una particolare accentuazione della diffusione del virus in questi ultimi giorni, ci ha costretto a ridimensionare in maniera significativa il numero dei partecipanti alla celebrazione. A tutti porgiamo le più sentite scuse”. Era necessario, infatti, garantire la partecipazione di una delegazione della Chiesa di Caltanissetta e una qualificata rappresentanza delle realtà ecclesiali. “Vivremo questo momento nella comunione, nella preghiera e nella carità, spiritualmente stretti attorno al Pastore, vicini a quanti stanno soffrendo per la perdita di persone care o per un tracollo economico che compromette anni di lavoro e sacrifici. La nostra Madonnina ed i nostri Santi Patroni intercedano per tutti noi”.

Al nuovo Pastore della nostra Chiesa esprimiamo con grande gioia l’auspicio di un proficuo lavoro, nel segno della nostra amatissima Patrona santa Lucia e della Madonnina delle Lacrime. Ci affidiamo fiduciosi alla sua guida: “Benedetto colui che viene nel nome del Signore”” scrive Salvo Sorbello, presidente provinciale del Forum delle Associazioni Familiari in una lettera indirizzata a monsignor Lomanto. “Esprimiamo, nel momento in cui inizia il Suo servizio alla Sede Arcivescovile di Siracusa, il desiderio di una comunione profonda, nella certezza di un cammino comune, per riaffermare il valore etico, umano e sociale della famiglia, che rappresenta un bene per tutti. Siamo anche felici per la Sua sensibilità verso la figura e il pensiero di  don Luigi Sturzo, cittadino onorario di Siracusa – si legge ancora -. Rinnoviamo con sentimenti di profonda stima e riconoscenza, un sincero ringraziamento a mons. Salvatore Pappalardo, per la sua autorevole e costante presenza e guida in questi anni, sempre illuminante in ogni circostanza”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo