fbpx

In tendenza

Ieri la proclamazione di Marco Carianni, Floridia ha di nuovo un sindaco

Il commissario Cocco ha consegnato le chiavi dell'ufficio al neo sindaco

Chiuso il capitolo commissariamento per Floridia che dalle 16 di ieri ha, ufficialmente, un nuovo sindaco. Il neo eletto Marco Carianni ha ricevuto, ieri, la fascia tricolore dal commissario Giovanni Cocco il quale, simbolicamente, gli ha consegnato anche le chiavi dell’ufficio, siglando così un passaggio di consegne che mai fu più sentito per la città.

“L’esperienza è stata entusiasmante – ha affermato il commissario – perché ho trovato una situazione di grande difficoltà. Mi sono insediato con criticità soprattutto di carattere finanziario: avevamo da rispondere a una deliberazione la Corte dei Conti, relativamente a esercizi pregressi, quindi abbiamo dovuto subito attivare le risposte e le misure tecnico-finanziarie con gli Uffici. I dipendenti non prendevano lo stipendio da almeno quattro mesi, la spazzatura cominciava a seppellire la città, quindi mi sono insediato in un contesto difficile, però devo dire che nelle difficoltà siamo riusciti a tirare fuori le migliori energie, gli uffici hanno risposto a quelle che sono state le esigenze e oggi ho il piacere di consegnare al nuovo sindaco, a cui faccio i miei complimenti e tantissimi auguri, una città rigenerata, soprattutto per quanto riguarda lo spirito e la proiezione al futuro, questo me lo riconosco e lo riconosco soprattutto agli uffici. Veniamo da grosse problematicità ma siamo usciti dalla fase critica e ora siamo ad affrontare criticità fisiologiche, quelle che tutti i comuni oggi affrontano”.

“Tengo a ringraziare a nome mio, dell’amministrazione che rappresento e della comunità floridiana il dottor Giovanni Cocco che ha dimostrato di essere una persona molto capace e con delle doti tecniche veramente sono state assolutamente utili alla comunità – ha detto il neo sindaco – . La situazione che stiamo ereditando e notevolmente diversa rispetto a quella che il commissario ha trovato quando si è insediato. Alcune anomalie tecnico-finanziarie che ha trovato, grazie al suo operato sono state notevolmente superate. Dobbiamo proseguire nel solco che egli stesso ha avuto modo di determinare, mantenendo questo senso di istituzionalità che si è ripristinato sia nella comunità che all’interno del Palazzo, per poter rispondere in maniera chiara, efficace e puntuale a tutte quelle che saranno le esigenze che avremo modo di riscontrare nel corso della nostra azione amministrativa”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo