fbpx

In tendenza

Il ministro Patuanelli a Palermo: “Ci vuole più coordinamento tra soggetti coinvolti”

Sulla leadership del movimento di Giuseppe Conte ha poi sostenuto: "c'è un percorso da continuare a fare assieme di maturazione del movimento grazie alla forte leadership di Giuseppe Conte"

I problemi dell’agricoltura siciliana, gli incendi degli ultimi giorni, in Sicilia lo stato di crisi dei Comuni e la politica nazionale: sono gli argomenti sui quali è intervenuto il ministro delle Politiche agricole del M5S Stefano Patuanelli, oggi a Palermo. “Se da qualche mese da ministro sono responsabile dell’abbandono dell’agricoltura siciliana mi scuso, ma non penso sia così. Peraltro com’è noto abbiamo incrementato di oltre 100 milioni il Fesr e le dotazioni economiche del piano di sviluppo regionale per sostenere l’agricoltura siciliana. Mi dispiace sentire le parole del presidente Musumeci: avrebbe potuto essere un pochino più accogliente”, ha detto.

“Penso che ci sia bisogno di maggior coordinamento anche tra i soggetti coinvolti nella gestione degli incendi. L’incendio deve essere affrontato nel bosco, quindi in Sicilia attraverso il corpo forestale regionale tramite ciò che è stato traslato ai carabinieri del corpo forestale nazionale. Credo che sia evidente che non manca personale, mancano forse dei mezzi, manca un maggiore coordinamento e forse i piani regionali non sono sempre aggiornati e attuati” ha detto Patuanelli.

Sulla leadership del movimento di Giuseppe Conte ha poi sostenuto: “c’è un percorso da continuare a fare assieme di maturazione del movimento grazie alla forte leadership di Giuseppe Conte. Il M5S potrà riprendere il suo slancio anche sulle proposte che fa al Paese, proporsi come partito guida della nazione”. ANSA


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo