fbpx

Stop alla campagna elettorale, domani urne aperte: tutti i candidati a Camera, Senato e Ars in Sicilia

In tendenza

La distanza Sicilia Malta si accorcia: la Virtu Ferries incrementa turismo e commercio

Che sia un viaggio turistico o lavorativo, poco importa. La Virtu Ferries negli anni, infatti, ha sempre più investito nella tratta. Tanto che mentre inizialmente era impegnata solo nel trasporto passeggeri, poi ha incrementato con mezzi e merci.

La distanza tra Malta e Sicilia si accorcia grazie ai collegamenti di Virtu Ferries, una holding 100% maltese di un gruppo di proprietari di navi a conduzione familiare in servizio dal 1988.

Che sia un viaggio turistico o lavorativo, poco importa. La Virtu Ferries negli anni, infatti, ha sempre più investito nella tratta. Tanto che mentre inizialmente era impegnata solo nel trasporto passeggeri, poi ha incrementato con mezzi e merci. Tutto parte da uno dei primi investimenti più importanti, e cioè l’arrivo del Maria Dolores: un catamarano di 70 metri che trasporta 600 passeggeri.

“Nel 2010 abbiamo costruito La Vallette – spiega James Vella, chief operating officer – un catamarano di 107 metri che trasporta 800 passeggeri e più di 165 autovetture.”

Su quel fazzoletto di mare e sugli scambi tra le due Isole, la Virtu Ferries c’ha creduto, e ci crede, moltissimo. “Così due anni fa abbiamo incrementato le navi con l’arrivo del catamarano M / V Saint John Paul II, che una capacità di 900 passeggeri e 167 auto o 23 veicoli commerciali pesanti”, continua Vella.

Proprio questi due mezzi, La Vallette e M / V Saint John Paul II, operano nella tratta Malta-Sicilia provando a fornire orari comodi, soprattutto per chi trasporta merci. “Grazie a questi due catamarani è possibile, – afferma Vella – tre\quattro volte a settimana trasportare la propria merce, e tornare nella propria Isola, in giornata”.

Attualmente la Compagnia trasporta annualmente su questa rotta oltre 300.000 passeggeri e 70.000 veicoli, e punta a fare sempre di più. “Siamo in continuo contatto con i vari enti e Camere di commercio per migliorare il servizio perché crediamo molto agli scambia tra Malta e Sicilia”.

In questa direzione l’ultima iniziativa, nata due anni fa, a Malta dove è stato creato un business center: uno spazio gratuito per le aziende siciliane che voglio esporre i propri prodotti nella vicina Isola.

Ma i progetti non finiscono qua. “Stiamo lavorando per aumentare i porti di partenza verso la Sicilia”, conclude Vella. E chissà se Malta sarà sempre più vicina


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo