fbpx

In tendenza

Mandamento di Corleone: i confiscati di beni per 1,5 milioni a Lo Bue

I beni confiscati sono un’abitazione, un magazzino a Corleone e cinque appezzamenti di terreno a Monreale e 23 appezzamenti siti in entrambi i Comuni

I carabinieri di Corleone hanno eseguito un decreto di confisca di beni per un milione e mezzo di euro a carico di Lo Bue Calogero Giuseppe, corleonese classe ’46, fratello di Rosario Salvatore Lo Bue, già ritenuto capo del mandamento mafioso di Corleone. Calogero Giuseppe era stato condannato nel 2007 a 8 anni di reclusione, accusato di aver fatto parte della famiglia mafiosa di Corleone e della catena di fiancheggiatori per la latitanza del boss Bernardo Provenzano.

La confisca arriva al termine di indagini che hanno messo a soqquadro il mandamento di Corleone, con contestuali sequestri di beni a carico dei locali capi mafia. I beni confiscati sono un’abitazione, un magazzino a Corleone e cinque appezzamenti di terreno a Monreale, tutti di proprietà di Lo Bue Calogero Giuseppe, e 23 appezzamenti siti in entrambi i Comuni intestati al genero.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo