fbpx

In tendenza

Manometteva il braccialetto elettronico, dai domiciliari finisce in carcere

L'uomo era ai domiciliari per una serie di furti commessi ai danni di diverse attività commerciali

I carabinieri di Ispica, nel Ragusano, nel pomeriggio di mercoledì scorso hanno trasferito in carcere  un giovane pluripregiudicato del luogo, B.V. di anni 24, perchè manometteva il braccialetto elettronico che gli era stati imposto ai domiciliari.

Il soggetto si trovava agli arresti domiciliari già da alcuni mesi perché ritenuto colpevole di vari reati tra i quali spaccio di droga ed una serie di furti commessi anche in danno di esercizi commerciali che avevano provocato allarme sociale.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo