fbpx

In tendenza

Raddoppio ferroviario Giampilieri-Fiumefreddo. Oggi firma del protocollo di legalità in Prefettura

È un sogno che diventa realtà per il territorio e che si concretizzerà grazie alla costruzione di 70 km di tratta e un finanziamento di 2 miliardi e mezzo di euro, ma anche un’importante occasione per i lavoratori dell’edilizia

È stato firmato stamattina nella Prefettura etnea, il protocollo di legalità per la realizzazione del raddoppio ferroviario Giampilieri- Fiumefreddo; la linea attraverserà tutti i centri jonici. Tra le sigle sindacali firmatarie dell’accordo ci sono Fillea Cgil di Catania e Fillea Cgil di Messina.

È un sogno che diventa realtà per il territorio e che si concretizzerà grazie alla costruzione di 70 km di tratta e un finanziamento di 2 miliardi e mezzo di euro, ma anche un’importante occasione per i lavoratori dell’edilizia. L’opera è inserita nel “Programma infrastrutture strategiche”.

Nel corso dell’incontro istituzionale ai quali erano presenti la Prefetta di Catania, Carmela Librizzi e quella di Messina, Cosima Di Stani, i rappresentanti della Fillea catanese e messinese hanno ribadito la duplice importanza del Protocollo di legalità che rappresenta anche “la continuazione di un percorso di condivisione con le istituzioni e le parti sociali del settore edile sul monitoraggio delle Grandi Opere. Si vigilerà pure su servizi, sub-appalti e forniture, e se ne ribadirà la giusta attenzione anche grazie agli Enti Bilaterali del nostro settore Prevenzione, nonché  sul fronte della Formazione e della Sicurezza – dichiarano i due segretari generali di Fillea Messina e Catania, Mario Mancini e Vincenzo Cubito -. Crediamo sia necessario tenere alta l’attenzione per contrastare il malaffare e per il rispetto delle regole e dei contratti. Ma c’è anche esigenza di manodopera qualificata e specializzata in edilizia, che doterà il nostro territorio di una adeguata rete ferroviaria che faciliterà e velocizzerà gli spostamenti. Daremo il nostro supporto per la sezione del personale attraverso gli enti bilaterali e saremo particolarmente vigili sulla sicurezza.

L’auspicio è che le aziende interessate rispettino le regole; in questo senso abbiamo chiesto alle due prefetture di sollecitare gli organi preposti al potenziamento degli organi ispettivi”.

All’incontro erano presenti anche il Commissario Straordinario per le Opere Filippo Palazzo, il referente di progetto della Società Rete Ferroviaria Italiana S.p.A., Salvatore Leocata, i direttori dell’Ispettorato del Lavoro di Catania e Messina, nonché i segretari  di Filca Cisl e Feneal UIL di Catania e Messina.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo