fbpx

In tendenza

Siracusa, estorsioni ai commercianti del centro storico: condannati madre e figlio

Al 32enne viene anche contestato un incendio ai danni di un locale

Il gip del Tribunale di Siracusa ha condannato madre e figlio accusati di estorsione ai danni di alcuni commercianti di Ortigia, il centro storico di Siracusa.

Ha rimediato 10 anni di reclusione Francesco Campanella, 32 anni, siracusano, e 5 anni di carcere per Adele Lopiano, al termine del processo che si è celebrato il rito abbreviato. L’uomo era stato arrestato un anno fa dalla polizia di Siracusa a seguito delle indagini della Procura di Siracusa in merito alle richieste di denaro ad alcuni commercianti, a scopo estorsivo, da parte dell’imputato che, secondo la tesi degli inquirenti, si sarebbe avvalso della collaborazione della madre. Al 32enne viene anche contestato un incendio ai danni di un locale di Ortigia ma è emerso che sarebbe stata una vendetta contro il proprietario per via di uno screzio tra quest’ultimo e la madre del 32enne.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo