fbpx

Stop alla campagna elettorale, domani urne aperte: tutti i candidati a Camera, Senato e Ars in Sicilia

In tendenza

Una statua per Dalla e Battiato a Milo, presentata l’opera che sarà pronta nel 2022

La scultura dei due grandi amici cantautori, sarà realizzata da Placido Calì, originario di Acireale. Sarà l'omaggio della città di Milo ai due cantautori che hanno vissuto nel piccolo comune pedemontano

seduto al pianoforte, con lo sguardo rivolto al mare, e in piedi, con lo sguardo verso l’Etna. La scultura dei due grandi amici cantautori che a un certo punto decisero di vivere vicini nel Catanese, sarà realizzata dall’artista Placido Calì, 43 anni, originario di Acireale. Sarà l’omaggio della città di Milo ai due cantautori che hanno vissuto nel piccolo comune pedemontano.

L’artista, selezionato dalla Pro Loco di Milo, promotrice dell’iniziativa, è stato presentato questa mattina alla stampa nel Museo virtuale cittadino. “Il progetto è nato due anni fa – spiega Alfredo Cavallaro, presidente della Pro Loco di – dall’idea di realizzare una statua di Lucio Dalla scomparso dieci anni fa. Nel frattempo ci ha lasciati anche Franco Battiato e il progetto si è trasformato. La statua verrà collocata nella piazza Belvedere di Milo e sarà interattiva. A realizzarla sarà Placido Calì su bozzetto dell’artista Gianfranco La Pira. Speriamo – conclude Cavallaro – di riuscire ad avere la partecipazione anche di altri sponsor istituzionali”.

La miniatura dell’opera, svelata nel corso della conferenza stampa, ha ottenuto consensi unanimi. La statua sarà collocata in piazza nell’estate 2022. Sarà la Fonderia Nolana di Nola, in provincia di Napoli, officina artistica specializzata in opere scultoree da quattro generazioni, a realizzare il monumento che raggiungerà l’altezza di un metro e 85 centimetri, corrispondente all’altezza del maestro Franco Battiato, e la lunghezza di 1 metro e 45 centimetri, corrispondente alle dimensioni del pianoforte. “L’opera verrà realizzata in bronzo – ha spiegato l’artista Placido Calì, già autore di altre opere – e avrà grandezza reale. Sono onorato di realizzarla per un Comune molto vicino a dove opero io. Ho un laboratorio ad Acireale e quindi è molto importante per me lasciare un segno nella mia terra”.

Il progetto ha già ottenuto il patrocinio del Comune di Milo, dell’Unpli, del Parco dell’Etna, della Fondazione Lucio Dalla di Bologna ed il parere favorevole della famiglia Battiato. “Per Milo è una cosa molto importante – ha detto il primo cittadino Alfio Cosentino – per questo ringrazio la Pro Loco che si è fatta promotrice di questa bellissima iniziativa. Sono sicuro che ne risentirà positivamente tutta la comunità”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo